Naftalina come antitarlo: sì o no?

Per chi ha i mobili in legno in casa, è sicuramente l’incubo maggiore. Ritrovarsi a far la guerra ai tarli non è cosa da poco. Una volta che abbiamo constatato la presenza degli insetti, bisogna agire quanto prima. Un chiaro segnale della loro presenza è la comparsa di tanti forellini sui mobili e di polvere chiara sul pavimento. L’assalto è iniziato; bisogna correre ai ripari quanto prima. Le soluzioni sono di due tipi: recarsi in un negozio e acquistare un trattamento antitarlo di tipo industriale o ricorrere ai rimedi naturali. Tra questi rientra l’uso della naftalina.

O almeno la si utilizzava soprattutto in passato; le nostre nonne ne sanno qualcosa. Si tratta di una sostanza molto forte se usata come insetticida ma bisogna al contempo usare delle precauzioni, come ventilare gli ambienti domestici in cui viene usata. In caso contrario i vapori emessi dalla naftalina potrebbero provocare effetti collaterali di non poco conto: nausea, cefalea, irritazione alle vie respiratorie. La naftalina, inoltre, va conservata con molta attenzione soprattutto se in casa vivono dei bambini. E’ sufficiente anche un grammo di questa sostanza perché ci sia un esito mortale. Occhio, allora, a conservarla in un luogo poco accessibile.

La naftalina è comunque un prodotto ormai in disuso sia per i suoi effetti, talvolta nefasti, sia perché è più indicato per far fronte all’invasione di tarme che di tarli. Ecco perché gli articoli prima presenti in commercio sono andati man mano a scomparire. In casa, però, c’è chi ancora ne possiede qualche prodotto e ne fa magari un uso sbagliato. Il nostro suggerimento è evitare l’uso della naftalina e optare per rimedi naturali meno tossici e pericolosi. Altro aspetto da non trascurare è la differenza tra tarli e tarme: i primi sono insetti xilofagi che si nutrono della polpa del legno, i secondi hanno le sembianze di piccole farfalle e si nutrono di cheratina. Attaccano infatti cuscini, materassi e indumenti. Per approfondire la tematica in modo da comprendere il giusto rimedio per affrontare il problema, non ti resta che leggere il sito antitarlosulweb.it seguire tutte le indicazioni e provare.