Cuocere i cibi al vapore fa bene alla salute e anche il palato ne gode per i sapori dei cibi che restano inalterati con questo tipo di cottura antica e naturale. Oggi è possibile riproporla anche nelle nostre cucine grazie ai vari tipi di vaporiere che si trovano in commercio. Questi piccoli, ma versatili e utilissimi elettrodomestici permettono di cuocere i cibi in modo sano senza fargli perdere le proprietà organolettiche e le sostanze nutritive. Questi principi sono alla base della cottura a vapore, ma sono molti altri i vantaggi di cuocere i cibi con la vaporiera, che vanno al di là dei ‘pro’ di un metodo salutare che si rifà ad antiche tradizioni culinarie. Ad esempio, la convenienza.

Forse non tutti sanno che acquistare una vaporiera implica una spesa di pochi euro, motivo in più per comprarne e provarne una, se ancora non la si possiede. I benefici del vapore acqueo si esplicano in una distribuzione termica uniforme, di cui beneficiano tutti gli alimenti sottoposti a questo metodo di cottura, che risultano oltre che più saporiti, anche croccanti e facilmente digeribili, a differenza di quelli lessati o cotti a temperature più decise. C’è poi il grosso vantaggio che nella cottura al vapore non si aggiungono grassi e, di conseguenza, ogni ricetta risulta più leggera e nutriente. Se poi si aggiunge qualche tipo di condimento lo si fa a crudo, pertanto i grassi non interferiscono con la cottura e risultano più digeribili. Ma c’è anche un’altra ragione per la quale la cottura dei cibi a vapore risulta il miglior sistema per la salute, ossia la conservazione dei micronutrienti degli alimenti.

Mentre con altri metodi di cottura, quali bollitura o forno a microonde i micronutrienti si disperdono o vengono distrutti, nel sistema a vapore si conservano e arrivano integri nel piatto. Ecco, in conclusione, qualche consiglio da attuare se si vogliono cuocere i cibi con la vaporiera. Intanto, è sempre sconsigliabile salare le verdure prima o durante la cottura a vapore, perché il sale tende a scolorirle, pertanto si suggerisce di salarle a cottura ultimata. Infine, un trucchetto culinario: non buttate l’acqua di cottura della vaporiera, ma usatela per cuocere la pasta, sentirete che gusto!