Per una perfetta igiene orale ora c’è l’idropulsore. Gli idropulsori possono essere fissi a filo o portatili cordless. I modelli wireless possono essere usati anche per chi ha un bagno piccolo, ma non vuole rinunciare a una perfetta igiene orale. È chiaro che gli idropulsori più piccoli hanno un serbatoio limitato che impone di essere riempito più volte. C’è anche da dire che la pressione idrica del getto è inferiore a quella garantita dai modelli più capienti da banco, ma nel complesso sono apparecchi funzionali ed efficienti, che presentano il vantaggio, tutt’altro che trascurabile, di essere leggeri e maneggevoli oltre che trasportabili ovunque.

Fra i più diffusi idropulsori che al momento stanno riscuotendo un buon successo di mercato troviamo i combinati, apparecchi completi che incorporano anche lo spazzolino elettrico. Questi dispositivi non soltanto sostituiscono il filo interdentale, ma contribuiscono ad ottenere una bocca completamente igienizzata associando l’azione dello spazzolino alla funzionalità integrativa dell’idropulsore. Fungono, infatti, da spazzolino elettrico e da irrigatori idrici che attraverso un potente getto d’acqua riescono anche zone della bocca che, di solito, sono difficili da raggiungere con gli accessori manuali. Questi pratici strumenti ‘due in uno’ fanno risparmiare anche il tempo che solitamente si dedica all’igiene orale in quanto sono rapidi e assicurano una pulizia istantanea grazie alla potenza del getto che si sprigiona dagli ugelli dell’apparecchio.

Concepiti per migliorare la salute orale e dentale, gli idropulsori sono passati dagli studi dentistici, dove sono stati testati con successo per anni, al mercato domestico, entrando nelle case e tuttora si stanno diffondendo essendo strumenti convenienti che offrono un ottimo servizio, a supporto del tradizionale spazzolino che, comunque, non va in pensione con l’idropulsore, anzi entra in un gioco di squadra per una bocca perfettamente pulita e igienizzata. Il potente getto idrico spazza via ogni residuo di cibo e placca batterica dai denti, lasciando una piacevole sensazione di fresco.  Va, però, ribadito a scanso di equivoci che l’idropulsore da solo non basta. C’è, infatti, chi pensa erroneamente che sia un apparecchio sostitutivo dello spazzolino o del filo interdentale, quando abbiamo visto che non è assolutamente così. Troverete tutto sugli idropulsori sul sito www.sceltaidropulsore.it